Le fasi del percorso di
Medicina della Riproduzione


Il colloquio preliminare

Durante il colloquio preliminare la coppia si confronta con un medico specializzato per ricostruire la storia clinica dell’uomo e della donna, chiarendo dubbi e incertezze. In questa fase vengono illustrate le procedure, le percentuali di successo, gli eventuali rischi, i costi e le implicazioni giuridiche.

La stimolazione ovarica

La stimolazione ovarica, che avviene tramite la somministrazione di ormoni, rende possibile la produzione di un numero adeguato di ovociti. Può variare tra i sette e i dieci giorni a seconda della tipologia di trattamento. La paziente, durante questo periodo, assume quotidianamente per via sottocutanea le gonadotropine, ormoni prodotti dall’ipofisi, in grado di stimolare a livello delle ovaie la crescita di follicoli, che generano gli ovociti.

Il monitoraggio

Durante la fase di stimolazione ovarica la crescita follicolare viene monitorata attentamente tramite prelievi ematici per il dosaggio dell’estradiolo (l’ormone prodotto dalle ovaie) ed esami ecografici transvaginali. Il controllo di norma avviene a giorni alterni per determinare il momento migliore per il prelievo degli ovociti: le pazienti dovranno presentarsi la mattina in modo da avere i risultati nel corso della stessa giornata.

Il prelievo degli ovociti

Questa fase si verifica solo nel caso siano previste una FIVET o una ICSI o nel caso la paziente decida di conservare i propri ovociti in vista di successivi tentativi o per preservare la propria fertilità. Quando un numero sufficiente di follicoli ovarici raggiunge lo stadio pre-ovulatorio si può indurre la fase finale di maturazione follicolare, che dura 36 ore e dopo la quale la paziente viene sottoposta al prelievo degli ovociti, aspirati con un ago attraverso la parete vaginale. Si tratta di una semplice operazione moderatamente invasiva, di breve durata, con dimissione entro 2/3 ore.

Inseminazione

Dopo il prelievo degli ovociti viene chiesto al partner maschile di produrre tramite masturbazione un campione seminale, da utilizzare, dopo opportuno trattamento, per l’inseminazione degli ovociti.

Transfer

Nel caso di FIVET o ICSI, una volta avvenuta la fecondazione, gli embrioni ottenuti vengono trasferiti in utero. Il procedimento è veloce ed indolore.


fasi-schema

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci

Chiama
Chiama
Trova